Lo spettacolo in cascina

1972 periferia di Torino, prati e cascine, stalle e bovini, gli ultimi pascoli. In una di queste enormi fattorie, ormai disabitata, un’invasione pacifica anticipa le future occupazioni dei centri sociali. E’ il numerosissimo branco del Granserraglio in complicità con il Gruppo dei Cinque di Torino.
Per alcuni mesi la cascina è la nostra casa. Allineati in una stalla i nostri sacchi a pelo tengono esattamente il posto delle originarie inquiline: le mucche. Agganciate alla lunga e lineare greppia spuntano come piccole e disordinate canne da pesca le lucette da notte delle lunghe interminabili notti d’invenzioni, di discussioni politiche, d’arte, idee su idee da verificare il giorno dopo sul posto, nello stesso posto. Nasce così “Lo Spettacolo in Cascina”, primo spettacolo di Teatro Totale del Granserraglio con forte connotazione ambientale: dall’enorme aia ai tetti, dalle stalle alle numerose finestre delle facciate interne, dal fienile al letamaio enorme, utilizzando tutto ciò che resta: dalla vecchia e arruginita trebbiatrice all’inchiodato nastro trasportatore delle balle di fieno. Uno spettacolo incredibilmente povero dove segni e simboli sono anticipatori di un modo d’intendere la scena che verrà. Enviromental theater, Happening, performance, pittura, musica, gestualità, danza, scultura, senza confini o separazioni : ecco il piedistallo del nostro futuro fare.