Sabbia da disegno

Nell’isola di La Digue (oceano indiano) a pochi metri dal bagnasciuga prende forma un graffito sulla sabbia. Il disegno è un solco tracciato con un bastone e riempito di alghe, le pietre sono squame. Un grande pesce stà per essere arpionato da pescatori primitivi. E’ l’attimo in cui l’arpione sta per essere lanciato. Ma l’attimo è un concetto relativo, è una misura temporale astratta che fa i conti con percezioni disuguali secondo la propria collocazione nell’universo. Perciò ecco il mare salire, lento, per compiere il suo quotidiano mestiere imposto dalla Luna come una mano che prograssivamente cancella, usando precisamente e inesorabilmente la sua gomma: il mare. Il pesce cacciato sta nell’ordine dell’artista che lo ha composto, il pesce cancellato nell’ordine del mare-luna che lo ha dissolto.